ITCCS-Testimoni oculari confermano che Papa Francesco ha violentato e ucciso bambini

ITCCS-Testimoni oculari confermano che Papa Francesco ha violentato e ucciso bambini

L’articolo è basato su intervista esclusiva con Kevin Annett del ITCCS (Tribunale Internazionale Crimini Chiesa e Stato) circa un contenzioso dibattuto a Bruxelles: 5 giudici e 27 membri della giuria, provenienti da sei paesi tra cui gli Stati Uniti, hanno considerato la prova su più di 50.000 bambini dispersi, americani, argentini, europei e canadesi, vittime di un culto sacrificale internazionale denominato il Nono Cerchio.
Kevin Annet (il video è in inglese)



Due donne adolescenti, sostengono che Papa Francesco, le violentava mentre partecipavano a riti sacrificali di bambini. 
Otto testimoni oculari hanno confermato le accuse in base alle prove presentate questa settimana presso l’ITCCS. 
I riti satanici del Nono Cerchio, si tenevano nella primavera del 2009 e del 2010 nelle zone rurali d’Olanda e Belgio.
Jenny Hill è la prova vivente che l’abuso rituale è una realtà.
 Il finale vi shockerà.



Papa Francesco è stato un autore di riti satanici su bambini, anche mentre agiva come sacerdote e vescovo argentino, secondo i documenti ottenuti dagli archivi vaticani. 
Un funzionario del Vaticano ha richiesto i documenti sigillati per l’utilizzo da parte del giudice.
 Questa non è la prima volta in cui si crede che le attività sataniche siano svolte in Vaticano.
Padre Amorth – Massoneria.
 Il diavolo è in Vaticano



Un altro testimone ha rivelato che durante la cosi detta Guerra Sporca del 1970 in argentina, Papa Francesco era presente durante le riunioni con la giunta militare. 
Secondo il testimone, Papa Francesco ha aiutato il traffico di bambini in un anello internazionale di sfruttamento minorile, gestito da un ufficio Vaticano.

Un documento Gesuita chiamato il “Magisterial Privilege”, è stato presentato in tribunale dal procuratore capo. 
Il documento con data 25/12/1967, dimostra che ad ogni nuovo papa è stato richiesto di partecipare al culto satanico del Nono Cerchio,attraverso il quale vengono sacrificati bambini appena nati, e di cui viene bevuto il sangue.
“I documenti dell’Archivio Segreto Vaticano, presentati in tribunale, indicano chiaramente che per secoli i gesuiti hanno avuto un piano premeditato per uccidere ritualmente neonati rapiti e poi consumare il loro sangue”, ha detto il procuratore capo dei 5 giudici internazionali e 27 membri della giuria. 
“Il progetto è nato da una idea contorta per ricavare energia spirituale dalla linfa vitale degli innocenti, assicurando così la stabilità politica del papato di Roma.

Questi atti non sono solo di natura genocida, ma sistematici e istituzionalizzati. 
È almeno dal 1773, che vengono eseguiti dalla chiesa cattolica romana, cioè dai gesuiti e da ogni Papa”.


Due testimoni hanno affermato che da bambini erano presenti a sacrifici di bambini insieme con l’ex Papa Joseph Ratzinger.
Testimone oculare rivela: “Ho visto Benedetto XVI uccidere una bambina”
È almeno dal 1962 che Ratzinger partecipa a sacrifici di bambini come membro dei Cavalieri delle Tenebre, secondo i registri vaticani presentati alla corte del ITCCS.
 Ratzinger è stato assistente di un Cappellano delle SS presso il campo tedesco di Ravensbruck durante la Seconda Guerra Mondiale. La divisione nazista dei Cavalieri delle Tenebre, fu fondata da Hitler nel 1933 e abbracciava antiche credenze pagane occulte sui sacrifici umani.

Il Vaticano, i Gesuiti, gli Illuminati, Silvio Berlusconi, il Satanismo e la Massoneria



La sopravvissuta olandese Toos Nijenhuis, ha testimoniato: “I neonati venivano tagliati a pezzi sugli altari di pietra e i loro resti consumati dai partecipanti. 
I superstiti erano costretti a stuprare e mutilare altri bambini e poi tagliare loro la gola con pugnali cerimoniali”.
Toos



Secondo i testimoni, Papa Francesco, l’ex Papa Joseph Ratzinger, il Superiore Generale dei Gesuiti Adolfo Pachon e l’arcivescovo anglicano di Canterbury Justin Welby, hanno partecipato ai sacrifici satanici, allo stupro e l’uccisione dei bambini nel culto del Nono Cerchio.
Sono collegati alle cerimonie del culto, i membri della famiglia reale inglese, tra cui il principe Filippo, il cardinale olandese Alfrink, la regina olandese Wilhemina, la sua famiglia e consorte re Hendrick, il reale belga e fondatore del Bilderberg, il principe ereditario Bernhard.



Il procuratore generale ha presentato la documentazione di The Canada Gazette Issue No. 232, December 26 1942, Ottawa, dove vengono rivelati i legami tra le famiglie reali britannica, olandese e belga per le sparizioni di 50.000 bambini Mohawk morti nelle scuole residenziali indiane del Canada gestite dalla chiesa cattolica.
 Nel 2008 una tomba di massa è stata scoperta presso la Mohawk School.
 Lo scavo è stato immediatamente chiuso quando gli archeologi dell’ITCCS hanno scoperto i resti di un bambino.
Le morti di massa di bambini aborigeni negli orfanotrofi in Canada, è stato ufficialmente ammesso
Da allora, sono state localizzate nei dintorni delle scuole residenziali indiane di tutto il Canada, oltre 30 fosse comuni secondarie.
 Le chiesa cattolica, quella anglicana, la united church of Canada, il governo canadese e la corona d’Inghilterra, hanno rifiutato le ripetute richieste di scavo delle fosse comuni dell’ITCCS.
Il procuratore capo ha dichiarato: “Questa settimana (18/04/2014) è stata presentata la prova conclusiva che la Chiesa cattolica sta perpetrando crimini contro i bambini. 
La Chiesa cattolica è la più grande società del mondo e sembra essere in collusione con i governi, la polizia e i tribunali di tutto il mondo”.



Post Piu' Letti