Missione Apollo 11, parla Neil Armstrong: “gli Alieni ci hanno intimato di allontanarci”

Missione Apollo 11, parla Neil Armstrong: “gli Alieni ci hanno intimato di allontanarci”

Un professore, che ha voluto rimanere anonimo, ha inviato alle organizzazioni ufologiche il seguente resoconto di un dialogo da lui avuto con Neil Armstrong (foto sotto) durante un simposio della NASA.

Ecco quanto dichiarato dall’ex astronatuta:

Professore: Che cosa accadde veramente fuori dell’Apollo 11?

Armstrong: Una cosa incredibile, anche se noi abbiamo sempre saputo di questa possibilità.
 Il fatto è che loro (gli Alieni) ci hanno intimato di allontanarci! .
Professore: Che cosa vuole dire “intimato di allontanarci” ?

Armstrong: Non posso entrare nei dettagli,ci sono strutture sulla Luna, e non sono le nostre.
 posso solamente dire che le loro astronavi sono di gran lunga superiori alle nostre sia per dimensioni che per tecnologia.
 Accipicchia se erano grandi!… e minacciose!

Professore: Ma la NASA ha ugualmente inviato sulla Luna altre missioni dopo l’Apollo 11… .

Armstrong: Naturalmente, la NASA le aveva già annunciate a quel tempo, e non poteva rischiare il panico sulla Terra.

Secondo l’ufologo americano Vladimir Azhazha, “Neil Armstrong disse al Controllo Missione che due enormi oggetti sconosciuti stavano osservando lui ed Aldrin dopo l’atterraggio sulla Luna.
 Ma questo messaggio non è mai stato ascoltato dal pubblico, perché la NASA lo ha censurato.” 
Ma una video intervista del 2006 fatta all’astronauta Neil Armstrong, viene analizzato il filmato dell’incontro tra l’Apollo 11 e due UFO.
 Questo fu solo uno dei tanti “incontri” con esseri alieni, duranta il viaggio di andata sulla Luna.

Aleksandr Kasantesev afferma che Buzz Aldrin fece un film a colori dell’UFO da dentro la navicella, e continuò a filmare loro,Armstrong e lui stesso anche quando furono fuori. Armstrong confermò che la storia era vera, ma rifiutò di dare ulteriori dettagli, poi ammise che la CIA voleva nascondere l’accaduto.

Occorre inoltre aggiungere che da tempo circola su internet un file audio che riporta la conversazione tra gli astronauti ed il centro di controllo di Houston, captata da diverse stazioni radio terrestri a frequenza ultrarapida, prima che la NASA la sopprimesse nella trasmissione televisiva che illustrò l’arrivo di Apollo XI sulla Luna (nonostante la NASA affermi il contrario, esisteva infatti una leggera differita tra le reali comunicazioni Nasa-Apollo e quelle ritrasmesse al mondo).
Ecco il testo integrale:

Astronauta 1: Ma cos’è quello?

Astronauta 2: Avete una spiegazione?

Houston: Non vi preoccupate, attenetevi al programma!

Astronauta 1: Mio Dio, ma è incredibile, questo è fantastico, non lo potreste mai immaginare!

Houston:Sappiamo di questo, andate dall’altra parte!

Astronauta 1: Ma che diavolo è quello? È incredibile …… Dio … ma cos’è? Allora, me lo dite?

Houston: Cambiate frequenza, usate Tango, Tango!

Astronauta 1: Allora è una forma di vita, quella!

Houston: Cambia frequenza.

Houston: Usa Bravo Tango, Bravo Tango, scegli Jezebel, Jezebel!

Astronauta: ……sì! ….. matutto questo è incredibile!

Houston: Passa su Bravo Tango, Bravo Tango!

A questo punto la comunicazione viene interrotta.

Redazione Segnidalcielo






Commenti

Post Piu' Letti