Cosa accadde nei cieli di Norimberga?

Cosa accadde nei cieli di Norimberga?


Il fenomeno celeste di Norimberga è un evento accaduto a Norimberga il 14 aprile 1561, quando, secondo le cronache del tempo, la popolazione vide comparire in cielo numerosi oggetti volanti, di varie forme, che ingaggiarono fra di loro una sorta di combattimento.
Qualcosa di analogo si verificò, cinque anni più tardi, anche a Basilea.
Storia
Le cronache del tempo riportarono l'accaduto con dovizia di particolari, affinché della vicenda ne rimanesse chiara memoria.
 Inoltre, furono eseguite diverse incisioni su legno e stampe su carta. L'avvenimento durò circa un'ora e terminò quando diversi oggetti precipitarono al suolo, alla periferia della città, causando un incendio.
Testimonianze
Secondo l'incisore Hans Glaser, che, insieme a «numerosissime persone, uomini e donne», assistette al combattimento, la mattina apparvero vicini al Sole «due oggetti a forma di falce, simili alla Lunacalante, di colore rosso. Questi oggetti si spostavano dal centro ai lati del Sole, e poi sopra e sotto». Glaser aggiunge che «C'erano anche delle sfere di colore rosso, blu e nero, e dei dischi tondeggianti.
 Volavano a file di tre, o a quattro formando dei quadrati, e alcuni dischi volavano da soli.
 Mescolate a questi oggetti sono state viste anche molte croci di colore rosso, e fra di esse c'erano oggetti di forma allungata con la parte posteriore più spessa e la parte anteriore più snella.
 In mezzo a tutto questo c'erano due grandi oggetti cilindrici, uno sulla destra ed uno sulla sinistra, e dentro ognuno di essi c'erano numerose sfere, e tutti iniziarono a combattere fra di loro».
Sempre secondo il racconto di Glaser, «la battaglia nei cieli durò circa un'ora e fu vista da numerosissime persone, sia nella città che nelle campagne circostanti, poi alcuni oggetti caddero in fiamme sulla terra, alla periferia della città, provocando un vasto incendio ed una grande nube di fumo.
 I presenti videro anche, vicino alle sfere volanti, una specie di grande lancia nera». 
Il testo di Glaser, attualmente conservato presso la Wickiana della Biblioteca Centrale di Zurigo, venne pubblicato insieme ad un breve commento di stampo religioso sul Giudizio Universale e sul peccato nella gazzetta della città di Norimberga, corredato da una stampa a colori.
Ipotesi
Traduzione
"Nell'anno 1561 il quattordicesimo giorno d'Aprile di mattina tra [traduzione mancante] e [traduzione mancante] cio'è di mattina tra le quattro e le cinque sul piccolo orologio, una terribile visione si mostrò quando sorse il Sole ed è stato visto da dentro il paese di Nuremburg e di fronte al suo cancello e dalle campagne circostanti da molte persone,uomini e donne.
 Prima il Sole si mostrò ed era con due oggetti a forma di falce come la Luna calante (non sono sicurissimo di cosa voglia dire con "strokes",comunque ho usato la parola "falce" dato che è stato fatto un paragone con la Luna)color rosso sangue proprio sul disco solare,e poi sopra e intorno e ai lati del Sole si trovavano delle sfere color sangue,color ferro- bluastro,e altre ancora nere.
 E così da ambo i lati del Sole ve n'erano (le sfere) in gran numero, c'è n'erano tre in fila,altre diposte in formazione quadrilatera,tante altre solitarie.
 E tra queste sfere sono state viste molte croci color sangue,e tra le croci e le sfere sono state viste due oggetti fusiformi ("strip"-striscia) color sangue con la parte posteriore più spessa e la parte anteriore un pò più snella di..[traduzione mancante]. 
E in mezzo a tutti questi si trovavano anche due grandi tubi, uno sulla destra l'altro sulla sinistra,e dentro questi tubi si trovavano tre,quattro e più sfere. Tutti insieme incominciarono a combattere,le sfere sul Sole si mossero verso quelli ai lati,questi ultimi si mossero con le sfere dentro ai tubi (prima definiti grandi,ora grandi e piccole)verso il Sole. 
Anche i tubi si mossero gli uni verso gli altri.
 Si combatterono per quasi un'ora. 
Dopo che la battaglia,che si spostò violentemente da una parte all'altra del Sole,si esaurì,essi caddero tutti bruciando verso il suolo e svanirono gradualmente (?) in una grande nuvola di fumo.
 Dopo questi eventi,apparve un oggetto a forma di punta di lancia,nera,con la base rivolta a Est e la punta ad Ovest.
 Era molto grossa e lunga. 
Segue poi una serie di commenti di stampo religioso riguardo segni d'avvertimento da Dio,sui peccatori,giorno del Giudizio ecc.
 C'è poi un commento di Hans Glasser il quale afferma che i "segni" erano significativi per qualità e quantità in tempi recenti." (pensiamo fosse un commentatore dell'epoca)
Abbiamo cercato di riportare una traduzione più fedele possibile al senso dell'originale(traduzione),comunque bisogna tenere a mente che è stato tradotto dal Tedesco arcaico e poi riproposto in Inglese.
Analisi e considerazioni
1- Proviamo a contestualizzare, e' possibile che la narrazione sia una sorta di metafora?
No!, 
nella seconda metà del 1500 l’Europa risolse positivamente il periodo di crisi generale che l’aveva colpita e diede inizio ad una profonda trasformazione culturale e politica, che sfociò nella formazione degli Stati nazionali e delle Signorie in Italia.
 Nel 1400 scomparve definitivamente la civiltà medioevale e si affermò una nuova visione del mondo. 
Le varie corti ospitarono uomini di cultura appartenenti a tutti i settori: artistico, scientifico, musicale, filosofico, letterario, politico. In Italia i Signori che diedero impulso alla nuova cultura, indicata per il Quattrocento con il nome di Umanesimo e per i primi decenni del Cinquecento con il nome di Rinascimento, furono gli Aragonesi a Napoli, i Montefeltro ad Urbino, gli Este a Ferrara, i Gonzaga a Mantova, i papi a Roma, gli Sforza a Milano. Lorenzo dei Medici, Signore di Firenze, riunì attorno a sé filosofi come Marsilio Ficino e Pico della Mirandola; letterati come Angelo Poliziano e Luigi Pulci; artisti come Sandro Botticelli, Leonardo da Vinci e Michelangelo Buonarroti.

Gli aspetti salienti della nuova cultura furono i seguenti:
- si riscoprirono gli autori classici latini e greci (le Humanae litterae), da cui derivò il nome di Umanesimo, allo scopo di rintracciare modelli da additare ai contemporanei e si esaltarono le qualità dell’uomo, come la dignità, la libertà e la creatività del pensiero;

- si diffuse un’immensa fiducia nell’intelligenza umana, nella capacità di penetrare nei segreti della natura con gli strumenti scientifici e di allargare i confini del mondo conosciuto. Non a caso il 1492, anno della scoperta dell’America, segnò il passaggio dall’età medioevale a quella moderna;
- gli autori dei vari settori artistici cercarono di realizzare gli ideali di bellezza e di armonia;
- si estese sempre più l’uso della lingua volgare, affinché gli scritti fossero accessibili ad un vasto pubblico.
Nel Cinquecento nacque la “questione della lingua”, per cui si ricercò una lingua letteraria nobile, distinta da quella comune e si assunsero come modelli Petrarca per la poesia e Boccaccio per la prosa; in pratica si propose la tradizione del “fiorentino illustre”. Allo scopo di difendere il patrimonio linguistico nazionale, nel 1583 venne fondata l’Accademia della Crusca, tuttora esistente.
Molti furono gli autori importanti del Quattrocento e del Cinquecento e tra i tanti vanno ricordati Poliziano, Lorenzo il Magnifico, Ariosto, Tasso.
E' quindi da escludersi per la parte dei movimenti letterari del 1500dc. All'epoca Norimberga nel 1561dc il mondo teutonico era cosi'.
2- Era l'epoca del protestantesimo con Martin Lutero che diffondeva il suo paradigma (agevolato dalla chiesa cattolica che e' in pieno decadimento). Inoltre le prime proto-narrazioni di una fantascienza embrionale sono del 1608dc.
La separazione tra potere religioso e potere temporale era uno degli elementi protestantesimo oltre che critiche su taluni dogmi cattolici c'erano poi le fortissime differenze di visione circa il ruolo delle indulgenze (soldi pagati alla Chiesa per avere la piena assoluzione). Oltra all'annosa questione tra potere temporale e potere religioso nella nomina delle investiture. Per non parlare poi del modo di vita della Chiesa del 1560dc che indubbiamente non era cristallino ma bensi' una realta' decandente e corrotta che niente aveva a che fare con la missione religiosa a cui avrebbero dovuto perseguire.
Contesto storico
1- Il 150
Detto ciò poiche' sono da escludersi aerostati e mongolfiere, l'unica spiegazione (parzialmente plausibile valida però per l'avvistamento di Norimberga) e' l'ipotesi della caduta di bolidi e meteore ossia nel mese di Aprile.
Quindi in sostanza c'e' da verificare se:
a) La cometa Thatcher nell'aprile 1561 era di passaggio. 
b) Se nelle cronache cittadine dell'epoca di aprile 1561 sono stati citati incendi e/o grandi crateri. A giudicare dalla raffigurazione il punto b) sarebbe avvalalorato dalla raffigurazione, ma avere ulteriori conferme non guasterebbero
È impossibile stabilire con certezza cosa accadde quel giorno nei cieli di Norimberga. Alcuniufologi ipotizzano che si sia trattato di un avvistamento UFO, interpretando le cronache del tempo come la descrizione di un combattimento nei cieli con grandi "navette-madri" dalle quali partivano moduli di dimensioni minori.(similitudini con l’articolo ufo nell antica roma)

Altri, invece, attribuiscono l'evento a fenomeni solari di tipo naturale come pareli (Il parelio è comunemente noto anche come "cani solari" si tratta un fenomeno ottico atmosferico dovuto allarifrazione della luce solare da parte dei piccoli cristalli di ghiaccio sospesi nell'atmosfera e che solitamente costituiscono i cirri). comuni nell'Europa del nord, e raggi crepuscolari. Anche questa ipotesi, tuttavia, risulta contestata.

Alcuni esempi di Pareli meglio noti come Cani Solari

Carl Gustav Jung manifestò il suo interesse per l'avvenimento, così come per il fenomeno celeste di Basilea del 1566, nel saggio Ein moderner Mythus: Von Dingen, die am Himmel gesehen werden ("Un mito moderno. Le cose che si vedono nel cielo") del 1958, soffermandosi sull'interpretazione che i presenti diedero all'avvenimento.
La battaglia nei cieli di Norimberga non è un unicum nella storia della Clipeologia, poiché ricorda, ad esempio , le guerre fra gli "dei" descritte dagli antichi testi indiani e dalle saghe sumeriche. Fu forse una pugna visibile di un conflitto invisibile e che data da tempi remoti? Ci chiediamo: anche al giorno d'oggi si sfidano, senza esclusione di colpi, popoli esterni? Secondo Ed Grimsley, esperto skywatcher, la risposta è affermativa. Grimsley usa dispositivi ottici avanzati, di visione notturna, per le sue riprese che ha raccolto in un DVD. Le immagini mostrano oggetti di forme diverse, a delta e discoidali, intenti in quelli che appaiono duelli spaziali con armi laser.
 In tale contesto, si potrebbe, però, anche pensare ad uno strappo temporale che, nel 1561, lasciò intravedere una futura contesa tra terrestri e cosmonauti di altri pianeti o dimensioni. Riflettendo, si è comunque propensi a congetturare che i combattimenti filmati di Grimsley si riferiscano ad una contrapposizione tra alieni e terrestri: infatti i velivoli triangolari appartengono, come è stato appurato da alcuni ricercatori e dichiarato da esponenti dell'esercito, all'aeronautica militare statunitense. E' pressoché certo che gli U.F.O., appunto triangolari, avvistati in Belgio nel 1989 ma che si trattò di un falso, furono aerei dell'U.S.A.F., i Loflyte, costruiti nell'ambito di un progetto segreto ed impegnati in voli sperimentali.


Ringraziamento speciale per la traduzione del testo tedesco a Fire.ufooline
Fonte di spunto: http://ufoonline.freeforumzone.leonardo.it
Riferimenti:http://paleocontatto.blogs.it/
Crediti:http://it.wikipedia.org

Commenti

Post Piu' Letti