.

.
Un'esigua minoranza dell'umanità si è autoeletta superiore agli altri popoli, forte unicamente di una migliore tecnologia che si è evoluta di pari passo al loro distacco dalla spiritualità e dal rispetto della natura. Sigillati nel loro autodistruttivo modo di vita basato sull'economia stanno implodendo senza rendersene conto. Si credono superiori al punto che li lascia indifferenti il fatto che stanno segando il ramo su cui è seduto l'intero mondo"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino"..

Translate

OCEANI - SIAMO SUL PUNTO DI CAUSARE UN’ESTINZIONE DI MASSA SENZA PRECEDENTI - video -

OCEANI - SIAMO SUL PUNTO DI CAUSARE UN’ESTINZIONE DI MASSA SENZA PRECEDENTI - video -

 
AMBIENTE E SISMA- Siamo sul punto di causare un’estinzione di massa senza precedenti negli oceani. 
E’ il drammatico risultato a cui sono arrivati un gruppo di scienziati dell’Università della California, che hanno analizzato dati provenienti da centinaia di fonti.
Secondo la ricerca, che è stata pubblicata qualche mese fa sulla rivista Science, gli esseri umani sono
sul punto di provocare un danno senza precedenti per gli oceani e gli animali che ci vivono.


“Potremmo essere seduti sul precipizio di un grande evento di estinzione”, ha spiegato Douglas J. McCauley dell’Università della California, Santa Barbara, autore dello studio. La notizia positiva è che siamo ancora in tempo ad evitare la catastrofe, hanno scoperto McCauley ei suoi colleghi. Rispetto a quanto accade sulla terraferma, gli oceani sono ancora sufficientemente naturali per recuperare la loro salute ecologica.



“Siamo fortunati in molti modi”, ha detto Malin L. Pinsky, biologo marino della Rutgers University che ha collaborato allo studio. “L’impatto delle attività degli uomini sull’oceano stanno accelerando, ma non siamo ancora al punto di irreversibilità”.
Tuttavia sulle valutazioni scientifiche della salute degli oceani pesano diverse incognite, spiegano gli
scienziati.
E molto più difficile per i ricercatori giudicare lo stato di salute di una specie vivente in acqua, su un’estensione di migliaia di chilometri, che monitorare la salute di una specie sulla terraferma.
E i cambiamenti degli ecosistemi oceanici in atto potrebbero non riflettere le tendenze del resto del pianeta.




Redazione Segnidalcielo
riferimenti: fonte

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...