.

.
Un'esigua minoranza dell'umanità si è autoeletta superiore agli altri popoli, forte unicamente di una migliore tecnologia che si è evoluta di pari passo al loro distacco dalla spiritualità e dal rispetto della natura. Sigillati nel loro autodistruttivo modo di vita basato sull'economia stanno implodendo senza rendersene conto. Si credono superiori al punto che li lascia indifferenti il fatto che stanno segando il ramo su cui è seduto l'intero mondo"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino"..

Translate

Usa, indagini su torture Cia. Senato: hanno perquisito nostri computer

Usa, indagini su torture Cia. Senato: hanno perquisito nostri computer

Il presidente della commissione intelligence del Senato, la senatrice democratica Dianne Feinstein, ha denunciato “intromissioni e intimidazioni” ai danni dei legislatori da parte della Cia, sotto indagine della camera per gli interrogatori e le torture a carico dei sospetti terroristi durante l’amministrazione del presidente George W. Bush.

 Nel 2010, la Cia “ha ottenuto che il Senato visionasse i documenti riservati dell’agenzia su una rete di computer ad hoc.
 La stessa Cia ha però violato la rete, sottraendo i documenti più compromettenti al vaglio del Senato”. 
Stando alle accuse di Feinstein, che ha apertamente denunciato una violazione della separazione dei poteri e dei dettami costituzionali, la Cia ha anche esercitato “pressioni costanti” sui senatori, minacciando azioni legali ai loro danni. Il direttore della Cia, John Brennan, ha respinto le accuse, dichiarando che “quando i fatti verranno a galla, penso che chi ha mosso tremende accuse di spionaggio, monitoraggio e hacking verrà sonoramente smentito”. Dana Milbank sottolinea però come le durissime accuse di abuso dei poteri del governo, addirittura ai danni del potere Legislativo Usa, siano giunte dalla più insospettabile delle fonti, una personalità vicinissima al presidente: Feinstein, appunto. La senatrice aveva strenuamente difeso la Casa Bianca dopo lo scandalo “Datagate” sulla violazione globale della privacy da parte dell’intelligence Usa. Con riluttanza, la senatrice ha dovuto puntare l’indice contro l’amministrazione, e ha chiesto scuse ufficiali da parte della Cia.

fonte: http://italian.irib.ir/notizie/politica5/item/155916-usa,-indagini-su-torture-cia-senato-hanno-perquisito-nostri-computer
http://www.signoraggio.it/usa-indagini-su-torture-cia-senato-hanno-perquisito-nostri-computer/

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...