.

.
Un'esigua minoranza dell'umanità si è autoeletta superiore agli altri popoli, forte unicamente di una migliore tecnologia che si è evoluta di pari passo al loro distacco dalla spiritualità e dal rispetto della natura. Sigillati nel loro autodistruttivo modo di vita basato sull'economia stanno implodendo senza rendersene conto. Si credono superiori al punto che li lascia indifferenti il fatto che stanno segando il ramo su cui è seduto l'intero mondo"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino"..

Translate

Ai Folli di cuore!

Ai Folli di cuore!


by Tiziano Bruni
Oggi voglio tracciare l'impronta, con gratitudine alla Città della Luce, di un Archetipo con cui ho particolare risonanza, ben sapendo che sarà di riverbero in molti altri: 
il Folle! 
Il Folle è l'Innocente giunto alla sua massima evoluzione. È la base istintuale della nostra natura interiore indomita e incontrollabile, è la forza dell'Essere, è l'aspetto vitale e dirompente del bambino che vive il gioco, la sensualità, la fisicità, che corre, ride, piange, inconsapevole della morte e del senso del limite. Il Folle gioca con la vita, tuttavia lo
fa e si diverte con la consapevolezza (raggiunta grazie all'archetipo del Saggio) che tutto è un'illusione. La vita è un gioco, che può essere anche brutto o doloroso, ma è pur sempre un gioco e quindi non c'è motivo per non vivere con gioia. La gioia del Folle è la celebrazione della bellezza della vita e tale gioia è ancora più ripiena se condivisa; è l'entusiasmo (che etimologicamente significa "avere Dio dentro") di vivere; è vedere Dio in ogni cosa attraverso la porta del cuore.
Il Folle è anche il senso del caos e dell'entropia, l'energia amorale, anarchica, incontenibile, il desiderio di fare e provare ogni cosa, la percezione della pluralità e dell'indifferenziazione della psiche. Se il Sovrano dirige, ordina e seleziona i vari Archetipi a seconda dei casi in cui devono essere impiegati, il Folle li vuole far esprimere tutti insieme, per gioire della pienezza e della libertà. Il Folle è ciò che più pienamente sovraintende al nostro senso di identità, che renda viva e totale la nostra esperienza perchè vissuta fino in fondo, che forgia il nostro carattere attraverso una conoscenza empirica di ogni forma della realtà, senza falsi pudori o pregiudizi, senza intellettualismi o snobismi. Se il Saggio ha superato la paura di morire, il Folle ha superato la paura di vivere, quindi vive pienamente la vita attimo per attimo. Si gode la vita giorno per giorno, attimo per attimo, senza pensare al domani, ci salva dalla noia poichè è infinitamente creativo e divertente e agisce in base al principio del piacere.
Il Frutto della riconquista e il riequilibrio di questo archetipo è la GIOIA.
Le abilità e gli stati d'essere conseguenti sono: libertà dal giudizio, gioia di vivere, pienezza, senso dell'humor, astuzia, capacità di percepire gli opposti e i paradossi della vita, capacità di cogliere l'attimo presente, capacità di mettere sempre in discussione tutto senza fissarsi e irrigidirsi.







Aquila Senza Nido

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...